logo-print

Home Sapere tutto su Saint-Tropez Saint-Tropez ed il mare Le 5 sale del Museo di Storia Marittima inaugurate nel 2019

Le 5 sale del Museo di Storia Marittima inaugurate nel 2019

03/12/2019 (archive)

Il Museo di Storia Marittima di Saint-Tropez vi invita a scoprire questa stagione i suoi cinque nuovi spazi allestiti da una talentuosa scenografia contemporanea.

 

La fabbrica dei cavi Grammont

Nel 1892, un imprenditore della regione di Lione, Alexandre Grammont, creò uno stabilimento nella Baie des Canebiers per fabbricare cavi telegrafici sottomarini. Anche se la fabbrica di cavi è esistita fino al 1952, quando è stata distrutta, la sua attività in tempo cumulativo non ha superato i cinque anni, tra il 1892, anno della sua costruzione, e il 1924, ultimo anno di attività della fabbrica. Questo spazio, che esisteva già quando il museo è stato inaugurato sei anni fa, è completato da nuovi elementi: un modellino, un telefono, un facsimile di una pianta della fabbrica e dei quaderni di Alexandre Grammont.


Yachting e regate                                                                                                                                                                                            Sulla terrazza del dungeon che si affaccia sul mare, imparerete che Saint-Tropez è uno dei centri nevralgici della navigazione, "uno dei luoghi più antichi per la navigazione da diporto" dice il curatore e storico del museo, Laurent Pavlidis, citando il suo collega Gilbert Buti, che identifica le prime fonti sulle "barche da diporto" intorno al 1830. Scoprirete modelli di navi mitiche, l'Olympia, il veliero di Paul Signac, la Zaca di Errol Flynn, Pride e Ikra, l'origine del Nioulargue.

 

Le grandi ore di motonautica

Un'altra torretta nel dongione ci ricorda che Saint-Tropez ha avuto un ruolo importante nello sviluppo della motonautica negli anni 60 grazie a uomini appassionati come Antoine Mercurio, Marcel Biales, Joseph Fernandez e Roger Rizzo, fondatori della società Sportmer, che hanno importato Riva dall'Italia e Cigarette dalla Florida, i cui modelli potrete ammirare accanto a quello di un Superyacht Mangousta.


Le gare in offshore dell'85/96 con Didier Pironi, Pascal Villanova, Patrick Mercurio e Jean-Marc Sanchez ricordano anche che Saint-Tropez era una terra di campioni.

Pesca di coralli e spugne

Saint-Tropez si distingue come centro della pesca del corallo nel XVI e XVII secolo. Nel 1600, la città offrì un ramo di corallo alla futura regina di Francia, Marie de Medici, in uno scalo tropeziano. I tropeziani pescano a decine lungo il Massif des Maures ma anche sulle coste del Nord Africa. Questo corallo, che non trasformano, viene poi diffuso in tutto il Mediterraneo, dall'Impero Ottomano al Tibet. È questa storia poco conosciuta che viene raccontata in una torretta al piano terra.


«Il nostro Museo di Storia Marittima è una favolosa riserva di memoria... Qui ogni oggetto racconta una storia » Laurent Pavlidis

IL MUSEO DI STORIA MARITTIMA IN CIFRE :
6 anni di esistenza
+ di 100 000 visitatori all'anno
300 oggetti
Una fortezza del XVII secolo

Montée de la citadelle, Saint-Tropez
T. +33 (0)4 94 97 59 43

 

Facebook

Instagram

Map

Galleria foto

Video Library

By continuing your navigation, you accept the use of third-party services that may install cookies Personnaliser